Clicca QUI per ascoltarci in STREAMING

Attenzione: per problemi dovuti alle restrizioni, lo streaming audio è fruibile solo dai browser Mozilla Firefox, Opera o Safari
E' disponibile su Chrome e Edge forzando l'apertura, stiamo lavorando per eliminare le restrizioni. Restate sintonizzati!

Giorgia Meloni è la prima donna premier nella storia della Repubblica Italiana.

Il precedente governo è stato a guida Mario Draghi, e si tratta del sessantasettesimo esecutivo della Repubblica Italiana, il terzo ed ultimo della XVIII (18°) legislatura. Tale governo è stato in carica dal 13 febbraio 2021 al 22 ottobre 2022, per un totale di 616 giorni.

Dopo le dimissioni del governo Conte-bis, avvenute il 26 gennaio 2021, e al termine di un giro di consultazioni, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha convocato al Quirinale Mario Draghi, su indicazione dei partiti della maggioranza, per conferirgli l'incarico di formare un nuovo governo. Draghi ha accettato e il 13 febbraio 2021 l'esecutivo ha prestato giuramento, entrando ufficialmente in carica.

Nel luglio 2022 si è verificata una crisi di governo, la quale ha portato alle dimissioni dell'esecutivo, accolte dal Presidente della Repubblica il 21 luglio.

A seguito delle dimissioni del governo, il Presidente della Repubblica ha disposto lo scioglimento anticipato delle Camere, e indetto le elezioni politiche del 25 settembre 2022. Il governo è rimasto in carica fino al giuramento del Governo Meloni, primo della XIX (19°) legislatura.

SONDAGGI ED ASTENSIONISMO

Fin dall'inizio della campagna elettorale i sondaggi sono stati molto chiari: Fratelli D'Italia, avrebbe vinto con circa il 25% di preferenze. Al di sotto si sarebbe posizionato il PD con circa il 23%.

Sondaggi che si sono rivelati veritieri: Fratelli D'Italia infatti ha vinto con il  26%, rispetto al PD che ha raccolto solo il 19% dei voti. Il probabile motivo di questa sconfitta è dovuta alla scelta immagine individualista dei partiti di centro-sinistra, ben diversa da quella dei partiti di centro-destra, che si sono sempre presentati come coalizione molto coesa.

L'affluenza alle urne però si è rivelata la più bassa della storia italiana perché solo il 63,9% degli aventi diritto al voto ha espresso la sua preferenza, ed è stata rilevata un'alta percentuale di astensionismo, soprattutto nella fascia d'età tra i 18 e i 34 anni.

C'è anche da dire che però, una buona parte di questo astensionismo, non è stato volontario, poiché, ad esempio, agli studenti fuori sede con disponibilità economiche non sufficienti  per tornare al loro comune di residenza è stata negata la possibilità di votare da remoto.

FORMAZIONE E PROSPETTIVE DEL NUOVO GOVERNO

L'attuale governo ha come Presidentessa del Consiglio Giorgia Meloni, ed è il primo governo della storia italiana presieduto da una donna. Le consultazioni del Presidente della Repubblica per la formazione del nuovo esecutivo sono iniziate il 20 Ottobre 2022. Il giorno successivo è stato conferito a Giorgia Meloni l'incarico di formare il nuovo governo. La leader del centro-destra ha accettato, ed ha presentato la lista dei ministri lo stesso giorno.

Dopo aver prestato giuramento al Quirinale, il primo governo Meloni, il 25 Ottobre ha ottenuto la fiducia della Camera, con 235 voti favorevoli.

Ignazio La Russa e Lorenzo Fontana sono stati eletti rispettivamente presidente del Senato e presidente della Camera dei Deputati e Alfredo Mantovano sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

LA LISTA DEI MINISTRI

I 24 ministri del governo Meloni sono:

  • Matteo Salvini: infrastrutture (vicepremier);
  • Antonio Tajani: esteri (vicepremier);
  • Giancarlo Giorgetti: economia;
  • Guido Crosetto: difesa;
  • Matteo Piantedosi: interno;
  • Carlo Nordio: giustizia;
  • Adolfo Urso: imprese e Made in Italy;
  • Paolo Zangrillo: pubblica amministrazione;
  • Gilberto Pichetto Fratin: ambiente e sicurezza energetica;
  • Francesco Lollobrigida: agricoltura e sovranità alimentare;
  • Elisabetta Casellati: riforme;
  • Roberto Calderoli: affari regionali e autonomie;
  • Luca Cipriani: rapporti con il Parlamento;
  • Anna Maria Bernini: università e ricerca;
  • Marina Calderone: lavoro e politiche sociali;
  • Gennaro Sangiuliano: beni culturali;
  • Eugenia Roccelle: famiglia, natalità e pari opportunità;
  • Alessandra Locatelli: disabilità;
  • Andrea Abrodi: sport e politiche giovanili;
  • Orazio Schillaci: salute;
  • Giuseppe Valditara: istruzione e merito;
  • Daniela Santanchè: turismo;
  • Raffaele Fitto: affari europei e PNRR;
  • Nello Musumeci: politiche del mare e Sud.

                                                                                               

Per youngreporter.it

Ilaria Di Sabatino e Nicolò La Cagnina

L’ansia é uno stato emotivo, che per quanto sgradevole, é molto frequente nella vita umana di tutti i giorni, anche tra noi giovani.

Ad oggi, soprattutto dopo la pandemia, si registra il peggioramento della sanità mentale dei giovani; questo può variare in base all’età del ragazzo, alla gravità dei suoi sintomi, alla possibilità di accedere alle cure e alla presenza di supporto o meno da parte della famiglia.

Infatti è molto importante non farne un tabù e sopratutto parlarne con i genitori, i quali dovrebbero insegnare a noi figli sin da piccoli come gestire la paura, le delusioni e gli insuccessi.

Una nostra compagna ha raccontato la sua esperienza personale facendo riferimento ad un brano composto da Michael Sembello, Maniac. L’idea di comporlo provenì dal film “Maniac” del 1980, che faceva riferimento ad un assassinio spietato e psicopatico.

Successivamente il brano venne scelto dalla Paramount Picture per essere inserito nella colonna sonora del film “Flashdance”, di cui Sembello modificò il testo così che il “maniaco” del titolo si identificasse in Alex, la protagonista del film, una ragazza con la passione per la danza.

Flash dance, è un film statunitense diretto da Adrian Lyne, dove la diciottenne Alex Owens, lavora come ballerina in un locale ed ha il sogno di poter frequentare l’accademia di danza di Pittsburgh.

Dopo falliti tentativi di prove per audizioni, che rifiutò per la paura di fallire, si convinse a partecipare e dopo qualche passo sbagliato, con coraggio ricomincia, lasciandosi trasportare in una coreografia stupefacente. Vediamo come l’ansia non ci permette di vivere a pieno ogni situazione o possibilità, finendo per rovinarla.

L’ansia da prestazione è da sempre una nemica dell’essere umano, che tutti una volta nella vita abbiamo sicuramente provato, la quale si manifesta con tremori, pensieri negativi, cuore in gola; sensazioni che proviamo ad esempio prima di un esame. In quel momento, la mente sembra essere completamente assente e vuota e non si perde la capacità di ragionare.

La nostra compagna ci ha detto: “Io stessa ho provato almeno una volta questa sensazione, può sembrarvi detto da me che sono così sicura su ogni palco, ma in realtà è così perché sono una persona che necessita di avere tutto sotto controllo”.

Molte persone purtroppo non hanno ancora imparato a gestire l’ansia, perché alcuni non accettano il fatto di farsi aiutare da uno psicologo, o semplicemente di confidarsi con i genitori.

La nostra compagna ha concluso dicendo “Io stessa mi pongo costantemente obiettivi e traguardi per eccellere e realizzarmi al meglio, ma quando capita di cadere, l’importante è rialzarsi sempre, perché solo coloro che hanno il coraggio di affrontare gli insuccessi possono ottenere grandi successi”.

Nella splendida cornice del teatro Ramarini di Monterotondo è andato in scena “quasi Sanremo” , lo spettacolo di fine anno dell’Istituto Paritario Santa Maria. Sul palco dello storico teatro eretino, gremito in ogni ordine di posti, si sono esibiti gli alunni del Liceo Linguistico per le Arti dello Spettacolo che hanno presentato, cantato, ballato, recitato e proiettato documentari “home made”. Gli alunni dell’ISM, Arti dello Spettacolo, si sono occupati della parte tecnica nei ruoli di cameramen, fotografi, fonici, tecnici delle luci assistenti di regia, assistenti di scena, truccatrici. Una parte di dello spettacolo è stata dedicata anche alla webradio youngreporter.it che insegna ai ragazzi le nozioni basi delle professioni di giornalista, speaker, segretari di redazione, fotografi, videomaker e assistenti. Insomma anche quest’anno, i ragazzi hanno messo in pratica quanto appreso durante l’anno, intrattenendo piacevolmente il numerosissimo pubblico intervenuto alla serata. Il lavoro è stato coordinato dal prof. Massimo Marzano per la parte tecnica e dalla prof. Monica Pasqualetti per i testi, gli stessi docenti che hanno seguito i ragazzi durante l’anno scolastico, in collaborazione col direttore della webradio Maurizio Torrioli. Davide Mastinu è il prof. di recitazione che ha coordinato e supervisionato i ragazzi nella realizzazione dei cortometraggi e nella messa in scena dello spettacolo e Natascia Maimone è la prof. di canto che ha presentato una squadra di cantanti di altissimo livello, bravissimi ad interpretare brani anche molto complessi. Oltre agli studenti in corso di studi, si sono esibiti anche ex alunni che hanno intrapreso con successo la carriera di cantanti o cameramen e che hanno mosso i primi passi nella professione proprio nella scuola di via Ticino. Presenti naturalmente in sala il cav. prof Giovanni Piccardo direttore dell’Istituto Santa Maria e la coordinatrice Stefania Rossi. Ospite d’onore il tenente colonnello Albanese, comandante della compagnia dei Carabinieri di Monterotondo. Non è mancato il saluto del sindaco Riccardo Varone che ha elogiato l’Istituto capace di offrire agli studenti una vasta gamma di indirizzi scolastici a partire dall’Istituto Aeronautico, al Liceo Linguistico per le Arti dello Spettacolo intitolato ad Alberto Sordi, per finire con l’ultima novità delle Scienze Umane per le Arti dello Spettacolo. A tutti un arrivederci al prossimo anno quando l’ISM festeggerà l’anniversario dei cinquanta anni dalla propria nascita.

 Gli studenti dell’Istituto Tecnico Aeronautico paritario del Santa Maria, hanno preso parte ad una conferenza dedicata all’ approfondimento e alla conoscenza dell’Aeronautica Militare. Il convegno, svoltosi nell’aula magna dell’Istituto Paritario Santa Maria di Monterotondo e tenuto dal Capitano Francesco Surico, istruttore pilota del 60° Stormo dell’aeroporto di Guidonia, coadiuvato dall’ex generale Antonio Daniele insegnante di Navigazione Aerea, ha avuto un notevole successo tra i ragazzi che si sono dimostrati molto interessati alle tematiche esposte con grande competenza dal relatore. In avvio di incontro, il capitano Surico, ha ricordato che il nel 2023 si celebreranno i cento anni dell’ A.M. e che sono previste per la grande occasione moltissime iniziative e festeggiamenti. In sintesi è stato spiegato ai ragazzi che l’A.M. è al servizio dei cittadini con cinque funzioni ben definite: 1) la difesa degli spazi aerei italiani e dell’alleanza atlantica o Nato, che proprio in questi ultimi tempi è tornata drammaticamente alla ribalta con l’esplosione della guerra russo-ucraina. Non si dimentichi che l’Italia, essendo penisola e per la sua collocazione al centro del mediterraneo, svolge una funzione strategica all’interno della Nato; 2) la ricerca e soccorso con gli elicotteri; 3)il trasporto sanitario d’urgenza o quello umanitario che ci è capitato di vedere messo in pratica in occasione di invio di aiuti a popolazioni in guerra, in crisi a causa di pandemie, carestie o calamità naturali; 4) operazioni speciali (incursori o squadre speciali d’intervento); servizio meteo e controllo traffico aereo. Nel convegno si è parlato anche di Cyber spazio, di interconnessione di vari mondi e di protezione dei canali di collegamento, oltre che di volo spaziale ricordando le figure della Cristoforetti e di Palmisano. Il Capitano Surico ha anche elencato le possibilità di arruolamento in A.M. come Ufficiali, Marescialli e volontari e i vari ruoli che potrebbero andare a ricoprire dopo avere completato gli studi previsti per la posizione scelta e la specializzazione. E’ stato ricordato inoltre che l’A.M. ha bisogno di personale altamente specializzato e qualificato in ogni settore e che mette a disposizione di tutti i candidati le migliori scuole di addestramento. Il relatore e l’ex generale Daniele hanno dovuto rispondere a molte domande rivolte dagli studenti su tutti gli argomenti trattati, in particolare sulle esperienze maturate sugli aerei come gli F35 e sulle modalità di accesso ai corsi all’Accademia di Pozzuoli. Alla conferenza hanno partecipato anche i ragazzi del corso Arti dello Spettacolo dell’Istituto Santa Maria che hanno ripreso l’evento e scattato fotografie coordinate dal prof. Massimo Marzano. I ragazzi della webradio Yougreporter.it , guidati dalla prof. Monica Pasqualetti e dal direttore Maurizio Torrioli hanno contribuito attivamente alla riuscita del convegno sottoponendo i relatori ad una serie di domande molto interessanti. Al termine, il capitano Surico e il Generale Daniele si sono espressi molto positivamente sulla riuscita dell’evento e hanno dato appuntamento a tutti al prossimo incontro.
A cura della redazione di Youngreporter.it, la webradio dei giovani studenti

Pagina 7 di 9

Licenze

  • LICENZA SIAE n. 6147/I/8231

    LICENZA SCF  n. 484/2018

Contattaci

Roma, Lazio 00144
Italy
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
vCard

Citazioni famose

  • Quelli che danzano sono considerati pazzi da coloro che non sentono la musica...