Clicca QUI per ascoltarci in STREAMING

Attenzione: per problemi dovuti alle restrizioni, lo streaming audio è fruibile solo dai browser Mozilla Firefox, Opera o Safari
E' disponibile su Chrome e Edge forzando l'apertura, stiamo lavorando per eliminare le restrizioni. Restate sintonizzati!
Vota questo articolo
(0 Voti)

L'Incredibile Sfilata di Vogue e la nuova FORCES OF FASHION in Italia.

Di Alexander Dubai Montanari Pubblicato Novembre 03, 2023

L'Incredibile Sfilata di Vogue e la nuova FORCES OF FASHION in Italia.

La moda è da sempre un mezzo espressivo e un riflesso delle tendenze culturali e sociali fin dai tempi antichi. Ogni anno, Vogue, una delle riviste di moda più influenti al mondo, coordinata dal 1988 da Anna Wintour, presenta una sfilata che mette in mostra il meglio della creatività e dell'innovazione nel settore. L'evento di quest'anno ha superato ogni aspettativa e soprattutto curiosità, offrendo uno spettacolo che ha unito la tradizione della moda con l'audacia dell'innovazione.

Immagine1.png

Per sede dell'evento è stata scelta un'iconica location di una metropoli globale: il Mattatoio a Roma, vicino a Piramide, e ciò ha rappresentato il palcoscenico perfetto per questa occasione. È  la prima volta che Vogue rappresenta il suo evento, Force of Fashion, a Roma.

Infatti, da sempre le mete predilette dalla famosa rivista sono state New York, Hong Kong, Parigi, Londra e Shanghai.

Immagine2.png

 

    

CHI E’ ANNA WINTOUR?

Anna Wintour è una figura iconica nell'industria della moda e l'attuale direttrice editoriale della rivista Vogue. È nata a Londra, nel Regno Unito, ed è conosciuta per il suo ruolo di leadership nel mondo della moda e della cultura popolare.

È diventata famosa per la sua influenza nel definire le tendenze e gli stili di moda. È nota per il suo distintivo taglio di capelli bob e per gli occhiali da sole (ecco perché ogni sfilata o anche in giro per la città sia di notte che di giorno si riesce a distinguerla tra tutti gli altri.). È spesso riconosciuta come una delle donne più potenti nel settore della moda.

La Wintour è entrata a far parte di Vogue America nel 1983 e il suo ruolo chiave nel plasmare l'industria della moda è evidenziato dalla sua influenza nei confronti dei designer emergenti, degli stilisti e delle celebrità.

Inoltre, è stata una forza trainante dietro l'evento annuale del Met Gala, una delle serate di moda più prestigiose al mondo, che raccoglie fondi per il Costume Institute del Metropolitan Museum of Art a New York. La sua mano guida nella pianificazione del Met Gala ha portato a temi spettacolari e ad un elenco di ospiti noti a livello mondiale.

Il suo stile di direzione alla Vogue è caratterizzato da un'attenzione costante all'innovazione e alla sfida delle norme della moda. La rivista non si limita a mostrare i capi di moda, ma abbraccia anche temi sociali e politici, dimostrando un impegno a promuovere la diversità e l'inclusione in questo settore.

Anna Wintour è una figura polarizzante, ammirata per il suo impatto duraturo sulla moda e criticata per la sua leadership rigorosa. Tuttavia, non ci sono dubbi sul suo ruolo fondamentale nel definire i canoni di bellezza e stile attraverso Vogue e nella creazione di una piattaforma per discutere temi importanti attraverso la moda, come poi farà anche Karl Otto Lagerfeld (Direttore creativo di Coco Chanel).

Quali ospiti hanno partecipato all’evento?

Gli ospiti, tra cui celebrità, stilisti di fama internazionale e appassionati di moda, studenti di università, sono stati accolti da un'estetica audace, caratterizzata da installazioni d'arte moderna e proiezioni virtuali.

Quest’evento ha come scopo quello di presentare il nuovo Direttore Creativo di Gucci: Sabato De Sarno il quale sostiene:“Lavorate in modo libero, siate voi stessi e ricordatevi di divertitevi, sempre, in tutto quello che farete. Potrete così emozionarvi. Io nel mio lavoro devo emozionarmi: quando questo non accadrà più, vorrà dire che qualcosa starà cambiando”.

Immagine3.png

Dopo le numerose interviste si è svolta la sfilata vera e propria diretta da Vogue con l’aiuto di Achille Lauro.

La sfilata è iniziata con un omaggio alla storia della moda e con una serie di abiti iconici tratti dagli archivi di Vogue. Questo viaggio nel tempo ha mostrato come la moda sia stata una forza trainante nel corso dei decenni, con influenze che vanno dagli anni '20 al presente. La messa in scena e le coreografie creative hanno reso omaggio all'arte di creare moda.

Tuttavia, ciò che ha davvero reso questa sfilata straordinaria è stata l'integrazione dell'innovazione tecnologica e dei nuovi stili di moda e di pensiero. Le creazioni dei designer e dell’immaginazione di Achille Lauro, sono state digitalizzate e presentate in modo interattivo ed hanno mostrato come la moda possa essere una forma d'arte in continua evoluzione, in grado di abbracciare il passato, il presente e il futuro. La sfilata di Vogue ha confermato ancora una volta il suo ruolo di faro nell'industria della moda e ha ispirato tutti a esplorare nuove frontiere creative. In conclusione, l'evento di Vogue è stato un trionfo di moda, innovazione e creatività. Ha dimostrato che la moda è molto più di abiti belli; è un linguaggio universale che parla di identità, espressione e cambiamento.

Immagine5.pngImmagine4.png

Letto 115 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Licenze

  • LICENZA SIAE n. 6147/I/8231

    LICENZA SCF  n. 484/2018

Contattaci

Roma, Lazio 00144
Italy
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
vCard

Citazioni famose

  • Ma quando vide la luna uscire da una nuvola gli sembrò più dolce anche la morte (Lucio Dalla - Caruso - 1986)